La Raccolta delle Nostre Olive

20171119_141000

Scritto da Silvia Panzer

Condividilo con i tuoi amici:

La più grande soddisfazione nel creare qualcosa sta proprio nell’atto di farlo, piuttosto che nel risultato. Dalla raccolta delle Olive alla loro molitura all’assaporare il gusto… un atto d’Amore!

Voglio raccontarvi tutte le fasi della produzione dell’olio extravergine d’oliva, ossia della raccolta delle olive. Scoprirete che ciò si può pensare come un gesto semplice e meccanico, invece nasconde tante tecniche e segreti diversi.

La raccolta delle nostre Olive. Questo affascinante lavoro avviene tra ottobre, novembre, dicembre e gennaio. Il momento migliore per iniziare la raccolta è quando le olive cominciano a cambiare colore, mostrando la superficie parzialmente o completamente colorata e la polpa ancora chiara. Possono essere raccolte nel momento in cui raggiungono le massime dimensioni, ovvero il periodo di massima inolizione.

Per la Puglia, in particolare il Gargano, diventa un periodo d’incanto nel quale tutte le campagne Viestane sono avvolte nel fascino della raccolta di questo frutto preziosissimo.

I metodi di raccolta delle olive sono numerosi e variano molto in base all’ambiente in cui si opera e alle caratteristiche degli alberi, del suolo e delle tradizioni locali. Ve ne cito alcuni:

5 Metodi di Raccolta delle Olive

  • Brucatura: consiste nella raccolta a mano, evitando così qualsiasi danno sia al frutto che alla pianta.
  • Pettinatura: Le olive vengono staccate mediante pettini speciali di legno o di ferro e fatte cadere su teli distesi intorno alla pianta. La pettinatura è uno dei metodi tradizionali di raccolta delle olive.
  • Abbacchiatura: Le olive vengono fatte cadere mediante l’utilizzo di pertiche che provocano la caduta delle olive su teli stesi a terra. Anche questo è uno dei metodi tradizionali che un tempo veniva realizzata con strumenti manuali come aste e bastoni, oggi sostituiti da attrezzature professionali che permettono di raccogliere le olive in modo rapido ed efficace.
  • Scuotitura: Consiste nelle scuotere periodicamente l’albero o i suoi rami. Il metodo non è consigliabile in quanto compromette le possibilità di fruttificazione negli anni seguenti.
  • Caduta spontanea: Consiste nella caduta naturale delle olive con un elevato grado di maturazione. Le olive vengono poi raccolte su teli o da terra. Lo stadio troppo avanzato di maturazione dei frutti che cadendo al suolo si sporcano di terriccio danno generalmente un olio di scarsa qualità.

20171119_140855

Noi scegliamo il metodo tradizionale: L’abbacchiatura.

L’olio ottenuto mediante la spremitura dev’essere conservato accuratamente in modo che ne siano preservate tutte le caratteristiche chimico-organolettiche.

La campagna olearia 2017 ci ha fatto produrre un Olio Extra Vergine d’Oliva eccellente. Ve lo faremo assaggiare al nostro Ristorante. Guarda le nostre offerte e prenota subito!

La Merenda che non c’è più

Chi se la ricorda? Pane Pugliese, Olio Extra Vergine d’Oliva e Zucchero. Altro che merendine confezionate!!

20171214_063952

Sei curiosa di conoscere qualche piatto tipico di Vieste o della Puglia preparati proprio con il nostro Olio Extra Vergine d’Oliva?

Continua a seguirmi sul mio blog per scoprire tutti i segreti delle mie ricette!

A presto e posta le tue foto su Facebook o Twitter con l’hashtag: #HotelPalmeGemelle

Commenta